Come si accede

1. Presentazione della domanda
La richiesta di inserimento deve giungere direttamente dalla famiglia che ne ha condiviso l’opportunità con la UONPIA di riferimento.

La richiesta di presa in carico deve essere formalizzata alla segreteria mediante la consegna della “domanda di accettazione” cui va unita sempre una relazione di invio dei servizi territoriali (UONPIA, Struttura ospedaliera di N.P.I., servizi di pediatria…) e copia della tessera sanitaria (Carta Regionale dei Servizi).

2. Lista d’attesa
La domanda viene inserita in una lista d’attesa con la specifica del trattamento richiesto. In tale lista d’attesa i bambini di età inferiore ai 6 anni hanno una priorità nella presa in carico.
Quando vi è una disponibilità per la presa in carico, nel rispetto dei criteri di priorità, viene contattata la famiglia per l’avvio dell’iter di valutazione che inizia con la visita specialistica del medico di riferimento.

3. Visita specialistica
La visita specialistica è finalizzata ad un inquadramento clinico — diagnostico.
La famiglia deve presentarsi presso la segreteria con la tessera sanitaria del minore (Carta Regionale dei Servizi) e con l’impegnativa rilasciata o dal Medico di Medicina Generale o del Pediatra di Libera Scelta o dal Medico Specialista autorizzato all’emissione di prescrizioni, redatta esclusivamente sul Ricettario Unico del Servizio Sanitario Nazionale, che riporti la dicitura “richiesta di visita specialistica per la valutazione e la stesura del progetto riabilitativo individuale per sospetta diagnosi di ……………….”.

In tale occasione riceve e dove necessario sottoscrive la seguente documentazione:

  • carta dei servizi
  • contratto di ingresso
  • consenso informato per la privacy
  • delega all’accompagnamento alle terapie